Notizie 1, 2, 3..

Come funziona il forex : uno sguardo ai broker

Il mercato forex rappresenta una delle più grandi opportunità di investimento del 2014. Ci sono molti pareri discordanti sul fatto che possa essere considerato un investimento a tutti gli effetti.

E’ per questo motivo che in quest’articolo di oggi chiariremo alcuni aspetti, in particolare ci soffermeremo su:trading

  • Cosa sono le valute e come funzionano
  • Perchè scegliere un broker italiano ?
  • I rischi legati ad un trading errato
  • Verificare l’affidabilità del mediatore

Come funzionano e cosa sono le valute

Il termine è riferito essenzialmente ad una operazione di compravendita, quella di valute o divise che ogni giorno vengono acquistate per essere rivendute in modo da generare un profitto. Sui mercati internazionali operano per 24 ore su 24 varie figure. Si va dalle banche mondiali ad i grandi fonti di investimento per arrivare ai piccoli se non piccolissimi investitori. Questi ultimi assumono il ruolo di trader in quanto si occupano di fare piccole transazioni (trading) su coppie di monete.

Uno dei vantaggi evidenti è dato dal fatto che si possono guadagnare delle cifre discrete con gli opportuni accorgimenti.  Il tutto è basato fortemente sulla classica legge domanda/offerta con operatori che cercano di trarre un guadagno dalla grande liquidità che caratterizza questo mercato.

In generale, chi si occupa di investimenti deve fare attenzione ad alcune cose:

  1. Alle notizie provenienti dagli Stati di tutto il mondo, specialmente quelle di carattere economico
  2. Ai dati degli istituti di statistica
  3. Alla scelta di broker che consentano di eseguire velocemente le operazioni
  4. Al calendario economico mondiale

Il forex è legato in parte alla Borsa in quanto i tassi di cambio vengono evidenziati proprio dalle principali piazze europee e mondiali. Si parte dal Giappone con lo Yen per chiudere la giornata al NASDAQ di New York. In mezzo ci sono le sessioni delle borse Europee in cui si inseriscono molti investitori che analizzano migliaia di dati e, grazie a strumenti automatici, cercano di speculare e di cogliere le opportunità che si presentano.

Perchè scegliere un broker italiano ?

Le figure che consentono ai traders di eseguire le loro transazioni si chiamano broker. Sono delle società di intermediazione finanziaria che, grazie ai loro software, permettono agli utenti di inserire ordini da processare nel sistema. Su cosa guadagna un broker ? Sul portale Forex Moz si spiega come spread alti consentano a molti di questi di fare profitti enormi.

Le commissioni troppo alte rappresentano una delle noti dolenti di questi sito. Ovviamente sono necessari dunque la differenza tra ask-bid determina il guadagno netto per questi siti che in cambio offrono però delle piattaforme elettroniche molto utili.

Come si fa allora a scegliere quelli più onesti ? Un broker migliore degli altri in senso assoluto è difficile da decretare anche perchè ognuno di questi ha delle caratteristiche apprezzabili e altre migliorabili. La prima cosa da fare è quella di verificarne la reputazione online. Per farlo è possibile frequentare i forum di settore ed i blog o cercare sui social network come Facebook e Twitter. Se ci sono state truffe o problemi nel passato la memoria storica della rete riuscirà a darvi una prima indicazione.

E’ importante, inoltre, valutare l’affidabilità della piattaforma elettronica. In generale i siti italiani sono più performanti da questo punto di vista, offrono degli strumenti avanzati attraverso sofware consolidati e conosciuti. Un esempio su tutti è dato dalla Metatrader della società Metaquotes, che viene distribuita da quasi tutti i siti più professionali . E’ corredata da strumenti professionali per poter fare lo studio dei grafici e testare attraverso i conti demo le strategie più consone al proprio stile di negoziazione.  Valutate dunque la completezza degli strumenti offerti.

Un ultimo punto a cui prestare la massima attenzione è l’assistenza. Valutate bene se ci sono numeri di telefoni, indirizzi e persone con cui parlare anche via email ma che parlino l’italiano. In caso di problemi con le lingue straniere possono essere molto utili.

 

I rischi legati ad un trading errato

Il mercato delle valute è essenzialmente over the counter dunque non può essere influenzato dai grossi speculatori che in genere operano su un mercato parallelo. Le transazioni di questo ultimo tipo avvengono generalmente tra le grosse banche ed i broker stessi. Spesso questi sono detti di tipo MM (market maker) cioè possono ritardare l’inserimento dei vostri ordini al fine di guadagnare su di voi ancora di più.

Per questo ed una serie di ovvi motivi ogni tipo di transazione finanziaria presenta un rischio non nullo di perdere denaro. Una scelta errata del broker può essere una delle prime cause delle perdite. Altre invece sono più legate al tipo di commercio che si adotta. Molto spesso è la psicologia e lo stile troppo aggressivo del trader a fare i maggiori danni. Se volete tendere al professionismo è necessario gestire con calma tutte le operazioni utilizzando tutti gli strumenti di limitazione delle perdite che i siti seri offrono.

Verificare l’affidabilità del mediatore

Oltre alle ricerche di cui abbiamo detto prima, ci sono altre cose che potete fare per capire se avete a che fare con broker onesti e sicuri. Innanzitutto gli spread e le commissioni che devono essere basse.

Inoltre verificate che la piattaforma offra delle demo. Un conto demo è un conto di trading a tutti gli effetti ma in cui non dovete versare denaro. Può essere utilizzato per provare delle caratteristiche e simulare delle operazioni.

Se il sito a cui vi siete iscritti è serio non vi negherà la possibilità di provare gratis un account a scopo dimostrativo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *