Notizie 1, 2, 3..

Come risparmiare sull’acquisto dei libri scolastici

 

libri scolasticiOgni qualvolta si avvicina Settembre e di conseguenza la ripresa dell’anno scolastico, le famiglie trovano un buon motivo per il quale farsi prendere dal panico: l’acquisto di zaini, astucci, libri e di tutto quel materiale scolastico che diventa sempre occasione di grande dispendio! Tuttavia l’accentuarsi della crisi economica nonché l’evidente innalzamento della disoccupazione hanno fatto sì che le famiglie trovassero delle vie alternative tramite le quali poter risparmiare anche sul comparto scuola.

Uno di questi metodi è dato dal chiacchieratissimo buono sconto scolastico, uno strumento che è finalmente approdato nelle mani di mamme e papà, e che d’ora in poi non farà che ripercuotersi in termini di evidenti risparmi! Il suo funzionamento, del resto, è davvero molto semplice oltre che praticamente uguale a tutti gli altri buoni sconto che potremmo trovare sull’abbigliamento, sulla cosmetica o sulla spesa alimentare.

Per usufruire di uno sconto percentuale che in genere va dal 10 al 30% sul totale speso, non bisogna far altro che esporre al rivenditore il buono sconto scolastico che abbiamo recuperato tramite depliant, internet o per mezzo di vie alternative. Quasi sempre questi coupon vengono fatti valere nel caso di libri nuovi, quindi prima di darvi alla compera del materiale fatevi qualche conto in merito potenzialità di risparmio alle quali state andando incontro.

Questo perchè, nel caso in cui le vostre possibilità di spesa fossero ancor più limitate, fareste bene a rivolgervi ad un altro metodo di risparmio altrettanto pratico e probabilmente ancor più concreto: l’acquisto dei libri usati. Tra bancarelle, cartolerie, librerie e rivenditori generalisti non è affatto impossibile riuscire a trovare dei libri usati che vi consentano un risparmio percentuale anche del 50% sul prezzo di copertina.

Insomma, di occasioni tangibili attraverso cui risparmiare decine e decine di euro ce ne sono a volontà: basta solo saperle sfruttare!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *