Notizie 1, 2, 3..

Cosa sono le ICO di criptovalute?

Negli ultimi mesi è esplosa in tutto il mondo la tendenza delle ICO, operazioni attraverso le quali società operanti nel settore delle monete digitali (ma non solo) cercano di raccogliere fondi aggirando i tradizionali mercati dei capitali, bensì offrendo agli investitori dei “token” che possono essere utilizzati in diversi servizi online.

Ma come funzionano le ICO? E perché potrebbero contemporaneamente rappresentare una buona opportunità e un motivo di attenzione per chi si sta avvicinando al mondo delle criptovalute?

Come funzionano le ICO

Con le ICO un’azienda crea una nuova valuta digitale e la propone al pubblico di potenziali investitori. In tal senso, non c’è nulla di nuovo o di straordinario:  sia sufficiente pensare come la valuta digitale originaria, bitcoin, è un progetto di software open-source, e pertanto chiunque può essere libero di copiare a piacimento il codice sorgente, creando la propria versione di valuta virtuale (è già successo in passato, e succederà ancora in futuro).

Ad agevolare la creazione di nuove monete è stata anche Ethereum, che ha standardizzato – attraverso la propria piattaforma – la codifica per la creazione di token. Se vuoi rimanere informarmato sull’argomento con www.criptovalute24.com hai tutte le news quotidiane.

Chi lancia le ICO

ico di criptovaluteLe ICO sono principalmente lanciate da aziende tecnologiche e, tra di esse, soprattutto da parte di chi vuole operare nel settore delle criptovalute.

In cosa si investe quando si investe nelle ICO

Per moltissimi investitori alle “prime armi”, può essere molto difficile cercare di capire in che cosa si sta realmente investendo quando si partecipa alle ICO. Può essere utile, in tal senso, rammentare come le ICO siano “simili” – ma solo per certi versi – alle IPO, ovvero alle offerte pubbliche iniziali. Tuttavia, ciò che si acquista nelle ICO è molto diverso dall’oggetto delle IPO, e non ci sono delle regole precise o delle indicazioni di regolamentazione in questo comparto.

Può dunque altresì essere utile immaginare alle ICO come a delle operazioni in cui si finisce con il comprare dei gettoni, come quelli che si utilizzavano nelle sale giochi, oppure dei token che possono essere convertiti in quote di fondi, e così via. Insomma, un panorama piuttosto eterogeneo, all’interno del quale ci sono regole spesso altrettanto poco chiare, e comunque delle garanzie piuttosto scarne.

Le ICO sono delle truffe?

Quanto sopra non deve naturalmente indurvi a ritenere che le ICO siano delle truffe o delle trappole per inconsapevoli investitori. Sebbene sia vero che in molti casi le ICO sono state utilizzate in maniera poco onesta per raccogliere dei capitali senza tuttavia tenere poi fede agli impegni e alle promesse formulate, è anche vero che in molti casi si tratta di operazioni che possono generare opportuna soddisfazione ai partecipanti.

Il “segreto” sta tutto nella necessità di informarsi. Cercate pertanto di comprendere chi sta proponendo l’ICO, se l’azienda è nota o meno, se la proprietà della società risulta o meno essere identificabile, se ci sono consulenti esterni, e così via.

Le ICO sono regolamentate?

A scanso di equivoci, in conclusione di questo nostro approfondimento, non possiamo che rammentare come le ICO non siano affatto regolamentate. Qualcosa potrebbe inoltre cambiare in futuro, e non è detto che le evoluzioni saranno in meglio (anzi). Se infatti alcune istituzioni monetarie si stanno interessando positivamente a questo fenomeno (ma con evidenti lenti di ingrandimento sul rischio-truffa), altri Paesi hanno già messo al bando queste operazioni (si pensi a quanto recentemente avvenuto in Cina o in Corea del Sud).

A nostro giudizio, comunque, la strada delle ICO non è affatto terminata. È invece possibile che con il tempo possa migliorare la sensibilità e la conoscenza di questo settore: una migliore regolamentazione potrebbe inoltre condurre alla diffusione di una maggiore consapevolezza, a beneficio di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *