Notizie 1, 2, 3..

Gli insegnamenti corretti per addestrare al meglio il vostro cane

Addestrare il proprio cane è un’impresa che può risultare complessa ma che, in realtà, si basa su un principio fondamentale: la comunicazione.
Il padrone e l’animale devono poter interagire in modo corretto e continuo,e per fare ciò è importante che il cane riconosca il proprio padrone: quest’ultimo, attraverso alcune semplici mosse, può stabilire fin dal suo ingresso la gerarchia corretta.

Attraversare le porte prima dell’animale, mangiare prima e scegliere dove l’animale può stare sono solo alcuni esempi di come il padrone può affermare la propria superiorità. In questo modo, il cane assocerà questi gesti a quelli appartenenti al proprio capo e ne seguirà costantemente gli ordini. Anche il resto della famiglia, però, può interagire: per farlo è necessario che non mini l’autorità del capo. Avere qualche membro della famiglia più buono e altri più cattivi può risultare controproducente: il cane, a lungo andare, non riuscirebbe più a riconoscere il proprio capo.

Esistono alcuni insegnamenti che possono aiutare il padrone a gestire meglio la situazione, soprattutto quando il cane è appena arrivato: innanzitutto, è consigliabile insegnare al proprio animale a fare i bisogni fuori in giardino. Se, invece, abbiamo in casa un cucciolo non vaccinato allora possiamo mettergli in un angolo degli stracci o della carta di giornale. Anche abituarlo al guinzaglio è importante, ed è bene farlo fin da subito. Infine, abituarlo ad interagire con altre persone e con altri animali permette di fargli prendere coscienza del mondo esterno. Può capitare, a questo proposito, che il nostro cane possa assumere atteggiamenti di sfida verso altri suoi simili: a volte questo atteggiamento è sinonimo di ricerca di attenzione (che dobbiamo negare per evitare ulteriori approcci sbagliati con gli altri suoi simili).

Come abbiamo detto precedentemente, il principio fondamentale su cui si basa il rapporto padrone-animale è la comunicazione. Comprendere gli stati d’animo del proprio cane, aiutarlo, spronarlo e punirlo (quando serve) permettono al nostro animale di crescere e di sapersi rapportare non solo con i suoi simili, ma anche con altre persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *