Notizie 1, 2, 3..

Sono passi già dieci anni dalla scomparsa di papa Wojtyla

Uno dei papi più amati di tutti i tempi ci lasciava nel 2005 dopo ventisei anni di papato

Papa WojtylaEletto dopo il brevissimo pontificato di papa Luciani questo nuovo papa “venuto di lontano” aveva subito conquistato il cuore del suo gregge, anche grazie a quella sua insicurezza linguistica. L’allora cardinale polacco aveva già preannunciato la rottura dell’immagine tradizionale del papa parlando alla finestra il giorno della sua elezione.

Era una figura strana nella gerarchia rigida della chiesa cattolica: era giovane, era straniero, il primo vescovo di Roma straniero dopo moltissimi anni, era sportivo e aveva un’idea di papato che comprendeva un’opera pastorale molto intensa che la sua età gli permetteva di portare avanti con grande energia. Affrontò durante il suo lungo papato 104 viaggi in tutto il mondo e ovunque andasse trovava enormi folle riunite per ascoltare le sue parole. Con questi viaggi apostolici, Giovanni Paolo II coprì una distanza molto maggiore di quella coperta da tutti gli altri papi messi insieme.

Nei drammatici giorni dell’aprile del 2005 migliaia di persone provenienti da tutto il mondo si radunarono a Piazza San Pietro per andare loro da papa che aveva fatto tanta strada per andarli a trovare. Quando fu dato l’annuncio della morte spuntarono immediatamente i cartelli con scritto “santo subito”. Quasi per acclamazione popolare è stato canonizzato da papa Francesco nel 2014 insieme a Giovanni XXIII.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *